21 aprile 2009

Medicina complementare / Komplementärmedizin

Tanti clienti di Bianca e me ci chiedono attualmente del nostro parere circa la votazione in maggio sulla medicina complementare. Sono poi al solito sorpresi che rispondiamo, che la Svizzera ha bisogno di un tale articolo costituzionale come una mucca le stampelle.

A parte i scherzi: dopo l'ennesima discussione abbiamo stilato in breve gli argomenti per la nostra posizione.

Si trovano in italiano e tedesco sotto:
MedicinaComplementare in .html.
Sono caricabili pure le versioni .rtf e .pdf

Saluti
Peter & Bianca

Sitografia:
Legge Sanitaria TI
Legislazione sanitaria (complementare)
Guaritori
Art. 63d) 1Sono considerati «guaritori», secondo questa legge, tutte le persone che, senza disporre di un’autorizzazione per l’esercizio di una qualsiasi professione prevista da questa legge, distribuiscono e/o attuano, occasionalmente o con regolarità, prestazioni di tipo sanitario o terapie a pazienti che lo richiedono.

Il guaritore:

  • a) può dispensare unicamente prestazioni e terapie non invasive e non pericolose, per la loro stessa natura, all’incolumità del paziente;
  • b) deve comunicare al Dipartimento le sue generalità, il tipo di prestazioni dispensate e il luogo in cui esercita l’attività;
  • c) prima di dare una prestazione e/o attuare una terapia è tenuto ad informare il paziente in modo chiaro e comprensibile della qualifica così da escludere qualsiasi confusione con gli operatori sanitari di cui all’art. 54 e i terapisti complementari autorizzati;
  • d) non può utilizzare attrezzature e apparecchiature meccaniche, a corrente forte e debole o che emettono radiazioni ionizzanti ed altre assimilabili;
  • e) non può prescrivere, consigliare o somministrare medicamenti;
  • f) può essere rimunerato dal paziente unicamente con contributi volontari.

3 commenti:

  1. Il problema non e' (solo) il rimborso ma sopratutto un cambiamento di rotta nella ricerca medica che e' governata da indistrie che, per loro natura, devono guadagnare.

    La medicina deve tornare ad essere medicina e non business.
    Dobbiamo arrestare la grave violazione del principio etico fondamentale dell' indipendenza della medicina.

    Le rivendicazioni si trovano su:
    http://www.siamc.ch/index.cfm/IT/62/Forderungen

    I punti 4 e 5 (Conservazione del patrimonio degli agenti terapeutici, Garanzia di studio e ricerca per la medicina complementare) sono importanti per il futuro.

    E' vero che la LAMAL non rimborsera' cosi' tanto come la Complementare o come le fatture private agli attuali naturopati. E questo potrebbe essere uno svantaggio per voi professionisti. Ma per i pazienti ci sara' un (lento) miglioramento della medicina che oggi mi vengono i bollori chiamare medicina. La medicina odierna e' troppo intrecciata con gli interessi delle lobby e questo bisogna combatterlo ad ogni costo. Uno dei modi e' votare si alla medicina complementare al 17 maggio 2009.

    Saluti
    Marco Rudin, comitato promotore, http://www.siamc.ch/index.cfm/IT/95/Ticino

    RispondiElimina
  2. Caro Marco,
    sarà tutto vero quello che dici su ev. "effetti collaterali" della legge. Ma Tu pensi sul serio che l'indipendenza della medicina si possa migliorare con un'articolo costituzionale che mette anche l'ultimo pezzo indipendente di medicina (popolare) sotto la gestione sanitocratica esistente (e non troppo soddisfacente)?

    Gli argomenti incirca "LAMAL" e "Complementare" non ci riguardano: ci asteniamo di qualsiasi legame con la sanitocrazia e lavoriamo come "guaritori" (secondo Legge sanitaria TI art.63d) in base a contributi volontari dei nostri clienti e non con assicurazioni (sanitocratiche). Così tentiamo tenerci più indipendenti possibili.

    L'unico punto dove siamo d'accordo con Te in questa questione è, che la medicina è una cosa troppo seria per darla completamente nelle grinfie della sanitocrazia. Tu intendi a farlo con un'altro articolo costituzionale e noi senza.

    Saluti
    P. Forster & B. Buser

    RispondiElimina
  3. OK. Speriamo, in un modo o nell'altro, di migliorare la medicina attuale. Grazie per il vostro impegno in questo senso. Saluti. Marco.

    RispondiElimina